Lo sbiancamento dei denti: il dentista che ti illumina il sorriso

sbiancamento denti dentista

Chi di noi non desidera poter sorridere e sentirsi davvero bene?

Un grande aiuto per rendere il nostro sorriso smagliante può essere dato dallo sbiancamento dei denti: il dentista ci può ridare davvero nuova luce! Ma vediamo meglio in questo articolo in che cosa consiste questo trattamento.

 

 

Cos’è lo sbiancamento dentale

Lo sbiancamento dei denti è un trattamento estetico effettuato dai dentisti, che ha lo scopo di migliorare il colore dei denti. É un trattamento semplice e veloce, che fa ottenere un risultato molto duraturo. Solitamente l’effetto dura almeno un anno, ma i risultati possono variare in base a una corretta igiene orale o meno e/o all’eccessivo consumo di alcune bevande e cibi scuri, come ad esempio:

Se proprio non si riesce a limitare l’assunzione di questi cibi, è molto importante adottare una buona routine per l’igiene orale.

 

Perché fare lo sbiancamento dei denti

Lo sbiancamento dei denti è un trattamento molto richiesto essenzialmente per le sue finalità estetiche. Circa 120mila italiani all’anno, negli ultimi 5 anni, si sono rivolti ai propri dentisti per uno sbiancamento dentale.

Bisogna però stare attenti a non confondere questo trattamento con la pulizia dentale. Quest’ultima, infatti, ha lo scopo di pulire i denti liberandoli dal tartaro accumulato, senza lavorare molto sulla brillantezza del sorriso. Per avere dei denti bianchi e splendidi, si deve optare necessariamente per uno sbiancamento dentale professionale.

 

Sbiancamento dei denti: il dentista cosa fa

Lo sbiancamento dei denti che il dentista effettua ha lo scopo di rendere, come abbiamo detto, i denti più luminosi e bianchi. Lo sbiancamento professionale consiste, come prima cosa, nell’eliminare le macchie più superficiali dovute ai cibi e alle bevande. Dopo essersi assicurati che labbra e gengive siano protetti, si applica sulla superficie dei denti un gel a base di perossido d’idrogeno e perossido di carbamide. Successivamente con delle lampade a led si attiva il gel, che apre i pori dello smalto e fa attivare così il processo sbiancante.

 

I rischi dello sbiancamento dei denti

Lo sbiancamento dentale non è doloroso, ma può rendere il dente più sensibile nei giorni subito dopo il trattamento. Per questo motivo si deve prestare particolare attenzione all’igiene orale messa in pratica durante queste 72 ore, in modo da non rendere vani i risultati dello sbiancamento.

Inoltre, come qualsiasi trattamento, può presentare alcuni problemi:

Inoltre, è bene ricordare che le corone, i restauri e i ponti non possono essere sbiancati, quindi non sarà possibile uniformare il loro colore con quello dei denti effettivi.

 

Per informazioni sul trattamento, compila il nostro form di contatto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *